A Bergamo una donna partorisce per strada, sotto la neve

Parto in strada
Parto sotto la neve,cosi nasce Agostino

Due febbraio 2019: a Brembilla, in provincia di Bergamo, una donna di quarant’anni, partorisce sotto la neve. La mattina stessa, si era abbattuta su tutta la zona una fortissima bufera di neve, che aveva reso le strade di Val di Brembilla, quasi del tutto impraticabili.

Alle sette del mattino, quando la donna ha iniziato ad avvertire le prime contrazioni, le strade erano quasi del tutto sommerse dalla neve; nonostante l’impossibilità di raggiungere l’ospedale, il marito della donna, anch’egli quarantenne, ha preso l’auto ed ha guidato fino al sagrato della chiesa.

E’ un paesino di montagna quello di Brembilla, e la casa della coppia, si trova in una stradina di montagna a venti chilometri dall’ospedale. Quando la donna ha iniziato ad avere le contrazioni, sono partiti per l’ospedale, ma la neve era troppo fitta e poiché la bufera minacciava di peggiorare, l’uomo si è fermato, ed ha chiamato i soccorsi.

Facendosi guidare da un medico del 118, ha aiutato la moglie a partorire. Il parto è stato teleguidato, e il papà, si è trasformato nell’ostetrico e medico di sua moglie: Il bambino è nato sano e forte, ed è stato chiamato Agostino; il papà eroe, ha seguito alla lettera le indicazioni dei medici del 118, e dopo il parto, ha controllato le vie respiratorie del bambino, e che il cordone ombelicale non gli stringesse nessuna parte del corpo. Poi ha preso il bambino e lo ha messo addosso alla madre al caldo.

L’equipe medica del 118, è arrivata poco dopo, ed ha trovato il bambino e la madre in perfette condizioni fisiche. Anche gli abitanti del piccolo comune di Brambilla sono rimasti piacevolmente meravigliati da questa storia, e hanno accolto con amore e gioia il piccolo Agostino al ritorno dall’ospedale. In un comune di circa 4000 abitanti, lontano dai social, dalle mode e dalle tendenze, dove tutto si muove a piccoli passi, e dove si respira un’aria ancora antica, dove la gente è genuina e semplice, dove un parto sotto la neve è magico, una storia del genere è come una favola.

Agostino per volontà del sindaco del paese, è stato festeggiato insieme al nuovo Comune, e l’evento della sua nascita è stato festeggiato come un giorno di festa. In un’intervista che il primo cittadino ha rilasciato, ha dichiarato di conoscere i genitori e di essere felice di questo evento, che lui stesso ha apostrofato come magico per la comunità di Brambilla. E’ una storia d’altri tempi, hanno affermato medici, infermieri e moltissimi giornalisti.