La storia del papà che gira l’Italia in bici per raccogliere fondi

Simone Broggi
Il papà che ha fatto il giro d'Italia per la ricerca

Simone Broggi, è un papà comasco, assolutamente singolare. La sua notorietà si lega alla sua intraprendenza e al suo coraggio. Lo scorso ventotto giugno, il signor Broggi è partito da Villaricca (Napoli) in bici. Inizia cosi il suo giro d’Italia, per sostenere la ricerca sui neuroblastomi e i tumori celebrali. Il neuroblastoma è una forma di tumore che colpisce principalmente i bambini in età pediatrica, ed è estremamente frequente, cosi come la leucemia, e i tumori celebrali.

Simone Broggi, ha iniziato a pedalare per la ricerca, utilizzando anche i social per promuovere la raccolta fondi, a cui è destinata la sua coraggiosa iniziativa. Il suo slogan è un’hashtag: #iopedalotudattidafare, un mood semplice, che arriva diretto.

L’iniziativa di questo papà, è stata ampiamente apprezzata dai suoi concittadini, ed in particolare dal sindaco, che nelle sue dichiarazioni ha esaltato la grandezza dell’idea e della forza di un uomo comune, che si è reso grande per un fine assolutamente nobilissimo. La pedalata del signor Broggi, è iniziata il ventotto giugno e si concluderà a luglio, con Genova, ma una delle tappe, è proprio Como, la sua città d’origine, dove il signor Simone Broggi, si fermerà per riposare e per salutare i suoi concittadini e amici.

Broggi, è partito da Villaricca in Campania, per poi dirigersi a Potenza, per poi passare per Massafra, Bari Termoli, Civitanova, Rimini, Schio, Como, Ponte San.Martin e Genova. Il percorso, è stato effettuato da Broggi senza nessun tipo di supporto, senza camper, senza troppi fronzoli: lo scopo per questo coraggioso papà, è stato fare leva sulla sensibilità delle persone. Anche questo lo ha spinto a non volere niente con sé, se non l’ospitalità e il sostegno alla ricerca con le stesse donazioni spontanee.

L’Associazione per la ricerca e la cura dei neuroblastomi, ha infatti ricevuto moltissime donazioni, grazie al gesto del signor Broggi, che con la sua forza ed il suo coraggio e soprattutto grazie alla sua intraprendenza, ha speso dieci giorni del suo tempo pedalando verso la speranza. E’ questo un messaggio chiaro e semplice, ma assolutamente d’impatto: un’iniziativa personale, che spinge un uomo a mettersi in prima linea, ad affrontare un’idea, ad affrontare una problematica per ricavarne un beneficio non personale ma collettivo.

Broggi è un esempio di umanità spontanea, di come una pedalata in giro per l’Italia, abbia spinto le persone a raccogliere fondi per la ricerca, sollecitando cosi gli animi, sensibilizzando le masse.