I papà più social: orgoglio o egocentrismo?

Padri e figli social
Papà più social: orgoglio o egocentrismo

I papà, sono sempre più presenti nella vita dei figli. La diade madre-figlio, ha assunto una valenza diversa, grazie alla presenza della figura paterna, che supervisiona la diade stessa fungendo da guida e modello durante tutto il percorso dell’et evolutiva. Le nuove realtà genitoriali, inoltre, mostrano e dimostrano la loro presenza, anche attraverso i social, attraverso i quali i papà ostentano forme notevoli di orgoglio del loro essere genitori. La tendenza di pubblicare foto e video insieme ai propri figli, spesso rasenta l’ostentazione. I papà più social del web, sono ad oggi i vip, che fanno di facebook, twitter e instagram, il loro baluardo, per conservare e/o palesare la loro realtà genitoriale.

I papà più social, sono proprio i vip, ma anche coloro che non godono di popolarità, hanno assunto questa tendenza, ovverosia rendere pubblica la propria vita, senza filtri, mostrando l’intimità quotidiana e routinaria, per orgoglio, ma anche per egocentrismo. Non solo le mamme dunque, sono vittime dei new media e dei social mediante i quali postano immagini e video della loro gravidanza, dispensando suggerimenti come delle eroine; ad oggi anche i papà reclamano il loro ruolo, adeguandosi alla nuova realtà virtuale, in modo esemplare.

Anche i papà separati dalle madri, sono diventati vittime di questa forma assoluta di egocentrismo narcisista, e nella maggior parte dei casi, non per orgoglio, ma per i sentito dovere di seguire una tendenza e per una forma, seppur blanda di egocentrismo, diventano vittime di un meccanismo che violenta la privacy, solo per il gusto di mostrare se stessi. La tendenza innescata dai social, è diventata un meccanismo naturale, e dalla maggior parte delle persone, non è scelto per una qualche forma di egocentrismo. Il problema è che nel calderone dell’omologazione creato dai social network, non diventa più possibile scindere la motivazione che attiva la volontà di far parte di un meccanismo, come quello virtuale.

La differenza tra l’orgoglio e l’egocentrismo dei papà più social, sta nella capacità di gestire la condivisione della propria vita sul web, in modo consono e occasionale e la volontà di ostentare. L’adattamento alle nuove realtà deve esserci, spiegano gli esperti, ma non deve rasentare l’accanimento patologico.

Sono in particolare i papà vip, i più social: In questo caso, però, l’abitudine a vivere sotto i riflettori, rende il loro essere papà social del tutto naturale. Non è un meccanismo dettato da una volontà narcisistica, ma l’atteggiamento naturale di chi, per logica, si trova a vivere una vita pubblica, essendo appunto un personaggio pubblico.