Cinque dritte sul brodo vegetale: cosa c’è da sapere

Brodo vegetale
Brodo vegetale, tutto quello che c'è da sapere

Il brodo, è la base di preparazione di moltissime pietanze: si caratterizza per il suo colore ambrato-giallino, per il so sapore deciso e per la sua profumazione. I brado vegetale, è costituito da pochi ingredienti, che sono il potassio ed il sodio, alcune vitamine (a seconda delle verdure che si utilizzano) e alcune quantità di glutammato e addensanti , se si tratta dei preparati che contengono sostanze conservanti. Il brodo viene utilizzato per la cottura di alcuni tipi di pasta e per insaporire alcune tipologie di carne. E’ usato anche per le verdure, da cui deriva, e si sposa benissimo con moltissimi sapori.

Il brodo vegetale, è un alimento utilizzato per diverse preparazioni, per cui è bene saperne di più. Il brodo si distingue in brodo di carne o pesce, e brodo vegetale; quest’ultimo, molto più versatile, è utilizzato ampiamente in cucina, per la preparazione di diverse pietanze. Quello vegetale dunque, è un brodo che può essere preparato anche in casa, in modo semplice e veloce: occorre acqua, cipolle carote e sedano. Alcune persone, scelgono di rendere il sapore del brodo più intenso aggiungendo zucchine e patate e alcune tipologie di spezie.

Se preparato in casa, il brodo vegetale, necessita di una preparazione precisa: la prima regola è tuffare gli ortaggi (o comunque gli ingredienti) all’interno dell’acqua a temperatura ambiente; in questo modo, tutto il sapore delle varie spezie e degli ortaggi stessi si trasferirà nel brodo. Se invece non si vuole dare un sapore intenso a tutto il composto, basterà tuffare le verdure nell’acqua già calda.

Le carote, vanno pulite e tagliate a rondelle, private ovviamente delle due estremità; il sedano va privato delle foglie amare, e va specificamente tagliato un pochino; la cipolla va sbucciata (si sceglie la bianca solitamente) e tagliata a pezzi. Se si aggiungono altri ingredienti, allo stesso modo bisognerà sbucciarli e tagliarli a pezzetti, per esempio le patate e le zucchine. Anche le spezie andranno utilizzate, ma alla fine per insaporire il tutto.

Esistono delle differenze sostanziali tra il brodo vegetale preparato in casa, ed il brodo vegetale preconfezionato. Ecco cinque dritte in merito:
1) Il brodo vegetale preconfezionato, è presente sotto forma di polvere, addensato, di dado, e in ogni caso contiene conservanti, tra cui il glutammato.
2) Il glutammato, contiene un massiccio quantitativo di sodio, che è estremamente dannoso per chi soffre di ipertensione arteriosa.
3) Un quantitativo di sodio eccessivo, può determinare reazioni specifiche, molto simili a quelle allergiche.
4) L’utilizzo di quello preconfezionato è assolutamente sconsigliato per i bambini in particolare durante lo svezzamento.
5) Quello vegetale è migliore di quello di carne e pesce.