Consigli utili per svezzare il bambino in estate

Svezzamento in estate
Consigli per lo svezzamento in estate

I bambini che nascono in autunno e in inverno, iniziano lo svezzamento nel periodo estivo, ovvero a sei mesi circa. Molte mamme però, sono particolarmente scettiche rispetto a questo tipo di scelta, perché in estate, a causa del caldo, il cibo tende a deteriorarsi molto rapidamente; inoltre, le uscite, le gite fuori porta e le vacanze al mare, rendono questo passaggio particolarmente complesso. A causa di questi impedimenti, lo svezzamento viene anticipato o posticipato di alcuni mesi. In realtà svezzare il bambino in estate, è possibile, facendo semplicemente attenzione alla scelta dei cibi.

Il caldo, comporta il deterioramento del cibo, ma la soluzione a questo problema è data dal frigorifero che consente la conservazione delle proprietà nutritive dei cibi anche per diversi giorni. Per quanto concerne gli spostamenti, le vacanze, e le gite, è sempre preferibile scegliere cibi pronti all’uso, che siano freschi e gradevoli. In estate in particolare, i cibi caldi, vengono rifiutati dai bambini, per cui è preferibile eliminare tutti i cibi caldi, prediligendo quelli freschi.

Generalmente, vengono preferiti omogeneizzati di frutta e verdura, che oltre ad essere freschi e quindi più gradevoli, compensano la perdita di acqua e Sali minerali dovuti al sudore. I cibi freschi, vanno introdotti un po’ alla volta, cosi da abituare il bambino alla nuova consistenza del cibo e a nuovi sapori. I pediatri ed i nutrizionisti, consigliano sempre di alternare il latte materno o in polvere, ai cibi dello svezzamento. Alcuni frutti, sono sconsigliati in una prima fase, come le pesche, le albicocche e tutti i frutti gialli. Solitamente si scelgono frutti come la mela, la pera e la banana.

La fase dello svezzamento è sempre complessa per cui, è consigliabile fare le scelte giuste per evitare di scoraggiarsi per capricci del bambino. Il rifiuto del cibo è del tutto naturale inizialmente, per cui, è consigliabile scegliere un cucchiaino morbido di silicone, che richiami la consistenza del biberon e del seno materno. Il contatto con questo nuovo strumento, deve essere il meno traumatizzante possibile. E’ importante scegliere la temperatura giusta del cibo, soprattutto in estate, quando sarà necessario scegliere cibi freschi, ma allo stesso tempo, è necessario abituare il neonato a questa nuova temperatura.

E’ molto importante variare, e scegliere sempre cibi nuovi di una consistenza densa, al punto giusto. I cibi troppo liquidi, ovvero quelli caldi, sono generalmente quelli meno graditi d’estate; quelli troppo densi, sono invece quelli che per la consistenza troppo diversa dal latte, potrebbero essere rifiutati.
E’ consigliabile lo sfruttamento in estate, perché entrambi i genitori hanno a disposizione più tempo da dedicare al bambino e a questa particolare fase.