Papà: come comportarsi in quarantena

Papà in quarantena
Come gestire il rapporto con i figli in quarantena

Il Covid-19 ha apportato un cambiamento radicale alla vita delle persone. I ritmi di lavoro, le abitudini quotidiane, i tempi dilatati in modo estremo, hanno completamente cambiato oltre che lo stile di vita anche la modalità di affrontare il quotidiano. Non esiste più la privacy, il tempo da dedicare a se stessi, soprattutto a causa della condivisione continuata e forzata dello spazio, per tempi estremamente lunghi. Le famiglie con figli, papà e mamme, si trovano in situazioni particolari: spesso diventa complicato gestire gli spazi, il lavoro e il tempo da dedicare ai propri figli. Ma ecco alcuni suggerimenti per affrontare al meglio la quarantena.

Una delle più importanti difficoltà sta nelle differenze di abitudini di genitori e figli: il quotidiano va completamente reinventato e riorganizzato sia per le mamme e i papà che per i bambini. Il ruolo dei papà è fondamentale e per certi aspetti, la quarantena, li ha collocati nella dimensione familiare in modo più netto e definito. Il mondo a distanza, va riempito con delle abitudini nuove, con degli elementi di connessione che permettano di vivere le relazioni; il supporto tecnologico, che da sempre ha creato dei muri divisori tra le persone, ad oggi, è l’unico elemento di congiunzione tra le persone e tra le persone e il mondo esterno. Dunque come comportarsi in quarantena?

E’ importante continuare a conservare delle sane abitudini quotidiane, e a queste aggiungerne delle altre. I papà possono avere la possibilità di stare di più con i propri figli, di spiegare loro quello che sta accadendo, e di inventarsi delle nuove attività da fare insieme, con un ritmo quotidiano costante, che dia ai più piccoli una parvenza di novità consolidata. E’ importante che i genitori, guidino i propri figli in questo momento storico cosi particolare e delicato, soprattutto per i più piccoli.

I papà possono seguire i loro figli nella didattica a distanza, possono giocare con loro, inventare delle nuove attività, insegnargli nuove cose. La vicinanza dei papà è di fondamentale importanza per i figli, in questo particolare momento, in cui, anche la lor vita è stata completamente stravolta.

I papà possono proporre delle nuove attività a scopo educativo: la lettura, lo sport, i giochi, gli esperimenti culinari o botanici, possono rappresentare delle modalità diverse di supportare il proprio figlio e di educarlo a nuove cose. Questi possono essere modi non solo per impiegare il tempo, ma anche di riuscire ad insegnare ai bambini qualcosa di importante.