Mamme: i compagni stressano più dei figli

Stress familiare
I compagni stressano più dei figli

Lo stress è la cancro del secolo. Suddetta patologia, viene generata da una serie di circostanze quotidiane, che comportano ansie e preoccupazioni. Per moltissime donne, ed in particolare per moltissime mamme, gestire il proprio tempo, diventa estremamente complicato. Lo stress deriva dalla mancanza di tempo: una giornata intera spesso non basta a conciliare tutti gli impegni, per cui le mamme, si sentono sottoposte una forte pressione. Diversi studi, hanno mostrato che i compagni, stressano più dei figli.

Negli Stati Uniti è stato condotto un sondaggio sullo stress: suddetto sondaggio è stato effettuato su un campione di mamme che dovevano quantificare e attribuire ad una causa precisa il personale livello di stress; il dato singolare è che la causa è stata attribuita maggiormente ai compagni e non ai figli. Esistono diverse cause che si legano a questa particolare problematica: le mamme desidererebbero ricevere un supporto dal proprio compagno, sia per svolgere i propri compiti in maniera più distesa, sia per un supporto emotivo personale.

Molto spesso questo tipo di aiuto non arriva, o non viene richiesto e di conseguenza, manca ugualmente. Le mamme dunque, vengono sottoposte quotidianamente ad un livello di stress molto alto, in particolare da parte dei loro compagni.

Un altro dato importante è che l’uomo contemporaneo ha cambiato il suo approccio alle responsabilità, alla famiglia, al ruolo paterno e lavorativo. L’evoluzione della donna, ha investito (indirettamente), anche la sua figura. L’uomo evita le responsabilità legate alla casa, e proietta le proprie energie su se stesso, sulla propria carriera, sulle proprie esigenze. La figura della donna, è fondamentale rispetto alla famiglia e alla casa, e anche in relazione al potere decisionale che grava pesantemente sulle sue spalle.

Secondo in sondaggi stilati, le donne, sono stressate più dai compagni che dai figli. La risoluzione a questo problema, che spesso sfocia in problematiche ben più ampie, è la condivisione dei doveri, e il delegare i propri compagni. Il potere decisionale può in un certo qual modo rafforzare il senso della centralità della propria figura, ma è allo stesso tempo un peso gravoso per chi lo supporta. I figli, sono per le mamme una responsabilità importante, che però va suddivisa equamente con il proprio partner, che ha eguali doveri verso i figli e uguali responsabilità verso la famiglia.