Seggiolone per bambini: come scegliere quello giusto

seggiolone bambini

Come scegliere il seggiolone per bambini? All’interno di questa guida vi offriamo alcuni consigli utili pre-acquisto.

Quando arrivare il momento di scegliere il seggiolone per bambini, significa proprio che vostro figlio sta crescendo! Adesso sta seduto e può mangiare a tavola con voi, si perché ormai c’è anche lo svezzamento a cui pensare.

Solitamente viene acquistato quando il bambino compie sei mesi. Serve per far mangiare il bebè a tavola con voi solo che invece di appoggiare pappe e giochi sulla tavola, avete a vostra disposizione un bel vassoio molto ampio e facile da lavare. Di solito potete staccarlo così da pulirlo con maggior comodità.

Come deve essere fatto un seggiolone per bambini

La prima regola quindi che un buon seggiolone per bambini deve rispettare è quella di essere lavabile. In fin dei conti avrà a che fare con pappe e succhi rovesciati per molto tempo ed è fondamentale che possa essere pulito completamente per garantire il massimo igiene.

La seconda regola invece è quella di essere realizzato con materiali assolutamente resistenti, capaci di sopportare ogni cosa. Deve possedere o ogni parte staccabile e lavabile oppure, un rivestimento facile da pulire con il passaggio di un panno umido.

Esistono seggioloni per bambini piuttosto statici e altri invece, incredibilmente facili da gestire man a mano che il vostro bambino cresce. Ovviamente sta a voi decidere quale è il migliore in base a quanto tempo pensate di utilizzarlo. Potete quindi scegliere il modello con lo schienale e poggiapiedi regolabili, quelli che si allungano o si accorciano etc.

Molto dipende anche da quanto siete disposti a spendere. I seggioloni economici non sono sempre da scartare, ovviamente non potete aspettarvi materiali eccellenti o grandi modifiche effettuabili. Tuttavia la cosa più importante è che sia solito e robusto, quindi che non mini la sicurezza del piccolo. Se potete fare a meno di tanti accessori e quindi risparmiare un po’, ben venga. Cercate di acquistare i modelli con marcatura CE, il bambino morderà i braccioli, il rivestimento etc. Dovete essere certi che non sia realizzato con materiali tossici.

Il suo lontano cugino… il seggiolino!

E poi c’è il seggiolino. Non ritengo che sia adatto per la vita di tutti i giorni ma averlo fa sempre comodo, ad esempio quando andate al ristorante o da amici che non hanno figli piccoli. In ogni caso non può sostituire a tempo pieno il seggiolone, è meno stabile e sicuro (secondo me) e richiede una supervisione maggiore.

I vantaggi del seggiolone per bambini

  • E’ un accessorio stabile, se di qualità realizzato con materiali atossici, resistenti e lavabili
  • Potete smontarlo e riporlo quando non serve più
  • Potete portarlo a giro per casa mentre ad esempio pulite, così da avere il piccolo sott’occhio
  • Potete usarlo dai sei mesi ai 2/3 anni (anche se a quest’età raramente un bambino è disposto a star fermo sul seggiolone, basta avere un figlio o un nipotino piccolo per rendersene conto!)
  • Non deve ribaltarsi. Ecco perché è importante spendere un pochino di più ma acquistare un prodotto sicuro. I bambini si muovono, tanto! Provano ad evadere continuamente nonostante le cinture. Il rischio è quello che si ribalti e il bambino si faccia molto male.