Il bucato del neonato: prodotti e frequenza del lavaggio

Bucato del neonato
Come fare il bucato del neonato

Il bucato del neonato è estremamente delicato: è bene sapere con quale frequenza effettuare i lavaggi, quali prodotti utilizzare, come separare il bucato. Prima di ogni lavaggio, è consigliabile separare i capi chiari da quelli scuri, e i bianchi dai colorati, a seconda della temperatura del lavaggio; i lavaggi frequenti, possono portare alla perdita del colore dei capi scuri in particolare, che possono macchiare quelli chiari. E’ consigliabile dunque separare il bucato in relazione ai colori e in relazione alle macchie, che determineranno la temperatura del lavaggio. Non è necessario separare il bucato del neonato dagli altri capi, ma è importante utilizzare un prodotto smacchiante, igienizzante e delicato.

Il bucato del neonato, va effettuato con una certa frequenza: i bambini tendono a sporcarsi continuamente, e in particolare durante i periodi caldi, tendono a sudare molto. Le tutine, i body, i calzini, le magliette, le lenzuola della culla, le bavette, tendono a sporcarsi di continuo. Il bucato va effettuato almeno tre volte a settimana, utilizzando prodotti specifici igienizzanti, e specifico per capi delicati.

Per il bucato del neonato, è sconsigliabile utilizzare prodotti particolarmente aggressivi: per eliminare perfettamente le macchie dai capi, si scelgono spesso prodotto particolarmente aggressivi, ricchi di sostanze che potrebbero essere dannose; allo stesso modo, l’ammorbidente, spesso utilizzato nei lavaggi, contiene allergeni, per cui, è sconsigliato per il lavaggio dei capi del neonato. In particolare per la biancheria e le tutine, è consigliabile usare un prodotto privo di sostanze nocive, delicato sulla pelle. In alternativa, un rimedio per ammorbidire il bucato, è l’aceto: se ne versa una tazza nella vaschetta dell’ammorbidente e il bucato sarà perfettamente igienizzato, smacchiato e anche profumato!

E’ fortemente sconsigliato utilizzare la candeggina o prodotti che ne contengono, poiché potrebbe non solo essere troppo aggressiva per i capi, ma anche irritante per la pelle del neonato. E’ preferibile utilizzare un prodotto smacchiante ma ipoallergenico, effettuando lavaggi frequenti. Il bucato dei bambini è delicato, e va lavato e risciacquato con attenzione; prima dell’utilizzo, deve essere perfettamente asciutto, perché a contatto con il bambino, può sviluppare cattivi odori, oltre che irritazioni sulla pelle del piccolo.

Le temperature di lavaggio sono diverse per ogni capo: i vestitini si lavano a freddo, o a trenta gradi, trattandosi di capi delicati; se sono presenti macchie, è preferibile pre-trattare con un detersivo specifico. I body e l’intimo, può essere lavato a sessanta gradi, mentre le lenzuola e le asciugamani, anche a novanta gradi.