Trasmissione Covid-19 ai neonati: alcuni dati

Trasmissione Covid ai neonati
Come trasmettere il virus ai neonati

E’ ancora del tutto aperto il dibattito sulla trasmissione del virus Covid-19: il contagio avviene principalmente mediante le micro goccioline di saliva, che si propagano nell’aria anche mediante la respirazione; il contagio avviene se ci si trova a meno di un metro di distanza, e privi di mascherina, il presidio che attualmente protegge le vie respiratorie dal contagio. Studi e ricerche recentissime, hanno confermato inoltre che il virus Covid-19, si trasmette anche mediante contatto, e quindi attraverso le mani, che vanno costantemente lavate e protette con guanti chirurgici in lattice, poiché il virus, tende ad attaccarsi anche alle superfici, restando nell’aria per diverse ore. La virulenza dunque, è spiegata anche attraverso questi passaggi e dalle modalità di contagio, ma non è stata fatta ancora chiarezza assoluta sulla trasmissione del Covid-19 ai neonati.

Ancora oggi, spiegano i medici ed i ricercatori, non è stata affermata la possibilità del contagio verticale dalla madre al bambino. Una percentuale altissima di bambini nati durante l’emergenza sanitaria, non è risultata positivo al tampone, pur essendo nati da madri positive; questo fatto è stato spiegato dai ricercatori e dai medici con l’impossibilità del virus di attraversare la placenta e di arrivare al bambino. Un recente caso invece, avrebbe “smentito” questa teoria: un neonato, è risultato positivo al tampone alla nascita, con madre positiva al Covid-19.

Prima di questo particolare caso, la positività dei neonati al Covid-19, era stata giustificata con il contatto dei neonati con la propria madre, avvenuto a seguito del parto. Il virus, non è stato trasmesso nemmeno attraverso il latte materno, ma era possibile trasmetterlo attraverso il contatto epidermico, delle mani; i neonati, non sono stati allontanati dalle loro madri, ma a quelle positive al Covid-19, è stato raccomandato di prendere tutte le precauzioni sia durante l’allattamento che durante tutti gli altri momenti di contatto con il bambino.

I pediatri, raccomandano la quarantena sia per i bambini positivi al Covid-19 che per le loro madri, una volta rientrati presso il proprio domicilio, per rispettare la prassi ed evitare la diffusione del contagio, anche se è stato confermato che i neonati non presentano una sintomatologia importante, al contrario.

Sicuramente il periodo storico ha destato numerosi allarmismi, in particolare nelle gestanti. Non si conoscono ancora i danni effettivi del virus sul lungo termine, come non si conoscono i danni che potrebbe avere un bambino che nasce con questo virus. Per questo motivo, è sempre consigliabile prendere tutte le precauzioni e tutelarsi.