Spannolinamento: ecco come farlo usando la fantasia

Togliere il pannolino ai bambini
Spannolinamento

La fase dello spannolinamento, è molto delicata per un bambino. Solitamente coincide con il periodo che oscilla tra i due ed i tre anni, periodo in cui il bambino ha raggiunto la sua autonomia, e cerca di conquistare il suo spazio e la sua indipendenza anche dal punto di vista dei bisogni fisiologici. La fase dello spannolinamento, è piuttosto complessa e lunga: i tempi variano da bambino a bambino e dipendono anche dagli stimoli e dalle indicazioni che il bambino riceve in merito a questo passaggio.

Lo spannolimìnamento segna la fase dell’autonomia, che è insita nel bambino in modo naturale: dopo un certo periodo di tempo infatti, il bambino inizia a controllare la vescica e tenderà a sporcare il pannolino con minore frequenza. Questo è il primo segnale positivo. Il bambino va preparato a questa nuova fase attraverso discorsi e spiegazioni precise, che vanno ripetute nel tempo, affinchè il bambino immagazzini l’informazione e la traduca in un atteggiamento abitudinario.

Lo spannolinamento, deve avvenire in modo graduale: in una prima fase, è consigliabile che il bambino tenga il pannolino la notte, e che venga abituato a fare pipì sul vasino durante il giorno, accompagnato dalla propria mamma o dal proprio papà. Lo spannolinamento, può essere effettuato usando la fantasia: il bambino deve vivere questa fase come un gioco, con estrema leggerezza, cosi da non sentire il peso della responsabilità ed il senso di colpa che seguirebbe al mancato risultato.

Il bambino va incoraggiato costantemente, va baciato accarezzato ed elogiato a seguito di ogni risultato raggiunto. E’ importante la comunicazione verbale, che attiva nel bambino un senso di indipendenza e di autonomia. Allo stesso modo la comunicazione non verbale, ha un’importanza fondamentale: sorrisi, gesti di incoraggiamento e approvazione, rendono il bambino più sicuro. E’ bene lasciare che il bambino cammini nudo per casa nelle prime fasi di spannolinamento, e che indossi pantaloni comodi, che possano essere sfilati in autonomia.

Gli esperti consigliano di dare al bambino libri con immagini e figure, cosi da potersi rilassare e di stimolarlo a bere durante il tempo che trascorre sul vasino. Sedersi sul vasino o sul riduttore, deve essere una sorta di abitudine, che va ripetuta con pazienza e calma al mattino, al pomeriggio e alla sera, intervallando le fase in cui il bambino, indosserà il pannolino. Gli incidenti di percorso, vanno calcolati e non vanno fatti pesare piccolo, che dovrà invece essere incoraggiato a continuare nella sua impresa. Lo spannolinamento dunque, necessita di fantasia, di storie inventate, di premi, di racconti, di parallelismi, di canzoncine, di rituali, di prove ed errori.