Sei una mamma tigre? Caratteristiche di questa figura

Mamma tigre
Le caratteristiche delle mamme tigre

La società moderna, tende a stabilire delle singolari associazioni tra la figura materna e l’atteggiamento di alcuni animali. L’istinto di una madre, è unico e imprescindibile, e da quest’ultimo derivano una serie di reazioni, volte alla protezione e alla tutela dei propri figli. I modelli per antonomasia a cui si fa riferimento, sono quello della mamma elefante e della mamma tigre. Sono questi due animali estremamente differenti, sia per conformazione e struttura, sia per indole e predisposizione alla tutela dei propri cuccioli. La tigre, di cui prenderemo in esame le caratteristiche, è un felino aggressivo, estremamente istintivo di cui la figura umana assorbe le caratteristiche in relazione ad un modello di madre iper-protettivo, rigido e particolarmente severo.

La tiger-mum, è una madre alla ricerca della perfezione, sottolineano gli studiosi, che evidenziano in questa figura materna, caratteristiche estreme, quali la severità, la rigidità, l’integrità. Il fine, è quello di ottenere dai propri figli il meglio, ovvero di spronare per la riuscita e il successo in ogni settore. Da qui la spasmodica ricerca della perfezione, vissuta quasi come un’ossessione, che in moltissimi casi, tende a creare una mancanza di equilibrio sia nel rapporto tra madre e figli in senso stretto, che in generale.

Molti studi sulla figura della mamma tigre, hanno appurato che questo tipo di modello educativo, si è rivelato del tutto fallimentare. La formula educativa dei doveri da osannare, spinge i bambini a respingere qualsivoglia tipo di imposizione, causando una sorta di rifiuto completo per qualsiasi tipo di regola. Il dovere, rappresenta per la mamma tigre l’unica via di successo, e l’unica modalità per accedere alla perfezione, mentre le attività ludiche, che comunque fanno parte del bagaglio culturale e relazionale del bambino, vengono apostrofate come inutili fronzoli, che distolgono l’attenzione dal reale obbiettivo, quello della realizzazione e della riuscita personale.

I figli, rappresentano un reale prolungamento dei genitori, il loro esatto riflesso: attraverso i figli, molti genitori, cercano di realizzare se stessi, e su di essi, proiettano tutte le loro energie, positive e negative. La figura genitoriale, di contro, è per i figli modello assoluto e imprescindibile: e dai genitori, che i figli dipendono, e dalla loro guida e dai loro insegnamenti, traggono vantaggio e/o svantaggio. La figura della mamma tigre, è certamente estremamente protettiva, ma allo stesso tempo molto vincolante; la forma autoritaria, che stabilisce in modo inequivocabile le linee guida sa seguire, crea nel figlio un distacco e lungo andare dalla madre stessa e una forma di rifiuto per ciò che gli è stato imposto.

Una madre, dovrebbe sempre seguire il suo istinto, perché non esistono modelli prestabiliti da seguire, ma è anche importante, imparare a rispondere alle esigenze dei propri figli, che vanno considerati delle individualità libere, a cui dare delle regole, da rispettare e da poter infrangere allo stesso tempo. Cosi come le attitudini e le scelte, verso le quali essi sono orientati, che vanno esaltate e supportate, nella misura giusta.