Come organizzare la cameretta secondo il metodo Montessori

Metodo Montessori
La cameretta secondo il metodo Montessori

La cameretta dei bambini va organizzata in relazione allo spazio a disposizione, e agli arredi che dovranno riempirla, valorizzando sia la funzionalità degli spazi che l’estetica. La stessa organizzazione dello spazio, varia a seconda dell’età del bambino/a: nell’età prescolare, che va da zero a cinque anni, si segue il metodo Montessori. Secondo questa peculiare metodologia, per organizzare lo spazio, è necessario effettuare delle valutazioni specifiche, per far si che comodità, praticità, funzionalità ed estetica si sposino perfettamente.

La cameretta, secondo il metodo Montessori, ha un letto comodo e preferibilmente basso, da cui il bambino può salire e scendere con estrema comodità. Se è in età prescolare, è preferibile acquistarlo con una protezione esterna, per ovviare ad eventuali cadute. Il letto va scelto con una rete solida ed un materasso ergonomico, che favoriscano un sano e comodo riposo. Il letto Montessori, è alto cinquanta centimetri, (in alcuni punti vendita montessoriani anche settanta). Le doghe in legno sono la parte più importante del letto, che deve supportare la schiena del bambino durante il riposo notturno.

Il metodo Montessori, prevede che il bambino utilizzi lo spazio in modo completamente autonomo: tutto ciò che si trova all’interno della cameretta, deve essere a portata del bambino, in relazione all’altezza, ai movimenti, alle attività che all’interno di questo spazio il bambino potrà svolgere. Lo scopo del metodo Montessori è stimolare il bambino ad essere autonomo. L’armadio, dovrà essere basso, con ante scorrevoli, o battenti a calamita, facili da aprire e chiudere; il cassettone dei giochi basso, un letto comodo, sicuro ed ergonomico, un grande tappeto, una lavagna o un banchetto lavatoio, e tanti giochi.

Nel metodo Montessori, tutto è alla portata del bambino: gli interruttori devono essere bassi, affinchè si possano accendere e spegnere le luci; i giochi vanno organizzati e sistemati in scaffali precisi cosi che il bambino organizzi mentalmente la caratteristica di ognuno, senza confondere i vari pezzi. All’interno della cameretta, dovrà esserci un orologio facilmente leggibile che abitui il bambino all’utilizzo di questo strumento già in età prescolare. Oltre all’armadio, si potrà utilizzare un attaccapanni basso, a cui il bambino potrà appendere le sue cose, giubotti, giacche, zainetti, in modo completamente autonomo.

Le pareti e il pavimento, possono essere organizzate in modo da stimolare la fantasia: creare un angolo pittura, o far dipingere al muro un affresco colorato, e utilizzare giochi e lego per comporre gli spazi e organizzarli. Dunque, secondo il metodo Montessori, lo spazio e la sua organizzazione, sono la parte fondamentale della stimolazione in età prescolare per il bambino.