Il latte artificiale inquina: ecco perché

Latte in polvere
Il latte in polvere inquina

La produzione ed il consumo di latte artificiale, comportano un gravissimo impatto sull’ambiente: lo ha evidenziato uno studio che ha quantificato i danni notevoli del latte artificiale rispetto al latte materno. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista inglese “British Mediacal Journal”: l’allattamento al seno, è benefico sia per la madre che per il bambino, ed essendo un alimento naturale, non inquina, a differenza di quello artificiale.

Negli anni sono state condotte diverse ricerche che hanno evidenziato una serie di conseguenze, apportate dalla produzione di latte artificiale. Già verso la fine degli anni ’90, era stato evidenziato come la produzione di latte artificiale, richiedesse una serie di passaggi industriali parecchio dispendiosi sia dal punto di vista economico che dal punto di vista ambientale. La produzione del latte artificiale richiede molta energia, l’utilizzo di prodotti naturali, ed numerose emissioni di CO2, questo per far si che il latte si adatti all’organismo dei neonati, estremamente delicato.

La produzione del latte in polvere, sostitutivo del latte materno, richiede un grande dispendio di acqua, e quindi di risorse naturali, circa 5000 litri per ogni kg di polvere, un dispendio di di energia per favorire il processo di essiccazione, e una notevole produzione di gas metano. Inoltre il latte va sottoposto a dei processi di essicazione ed essere trasformato da liquido a polvere; questa procedura richiede un dispendio economico e l’utilizzo di una serie di processi industriali fortemente inquinanti. Anche per confezionare questo latte, occorre un certo processo, ed inoltre al latte vanno aggiunte vitamine e Sali minerali, che lo rendono simile al latte materno dal punto di vista nutrizionale.

Il latte artificiale inquina: anche quando viene preparato in casa, richiede il riscaldamento dell’acqua, e la sterilizzazione, con un consumo energetico notevolissimo, calcolando il numero delle volte che il latte stesso andrà somministrato al neonato. Inoltre il latte artificiale inquina per il suo smaltimento nei rifiuti.

La soluzione ideale è sicuramente l’allattamento al seno quando è possibile: L’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha fornito dei dati sconcertanti in merito; il latte materno è benefico al 100% per la madre ed il suo bambino, è nutriente, naturale, ricco di Sali minerali e vitamine. E’ benefico per il contatto che va ad istaurarsi tra madre e figlio, è benefico per la madre che produce prolattina

Il latte materno è a costo zero, non richiede energia, non inquina, è dunque amico dell’ambiente. Secondo i calcoli stimati dallo studio condotto sul latte artificiale, il mancato utilizzo del latte artificiale in un anno, equivarrebbe ad eliminare circa 50 milioni di auto, per l’appunto inquinanti e dannose per il pianeta.